Scuola di psicodramma Classico e Teatro della Spontaneità. Mantova – Catania.

                                                                Cos’è lo psicodramma ?

imageE’ una terapia di gruppo ed in gruppo ideata da J.L. Moreno. Lo psicodramma  propone una evoluzione migliorativa dell’ individuo intervenendo  sul suo sistema di relazioni interpersonali. Il percorso formativo offre la possibilità di rivivere drammatizzandole, le storie della propria vita. La rappresentazione scenica della propria esistenza mediante il linguaggio del corpo, lo sviluppo della spontaneità ed il gioco, restituisce alla persona la possibilità di ricomporre il mosaico dei propri incontri significativi rivisitando e modificando le proprie emozioni e la propria concezione del mondo. Tale processo avvia un percorso di cambiamento maggiormente funzionale alle esigenze di sviluppo della propria personalità.

“Un incontro: occhi negli occhi, sguardo nello sguardo. E quando sarai vicino, i tuoi occhi saranno i miei, i miei i tuoi. Allora io guarderò te con i tuoi occhi e tu garderai me con i miei”. (J.L. Moreno).

Cos’è il Teatro della Spontaneità ?

Il teatro spontaneo nasce per opera di J. L. Moreno, che nella Vienna degli inzi del secolo passato, crea una forma di “Teatro per la gente” costruito a partire dalle storie che la gente stessa racconta e che il gruppo di attori, coordinati da un direttore-regista, mette in scena sul momento. Il quotidiano assume così il senso profondo e la dignità di un momento di vita: la nostra vita.

Offerta formativa:

Il progetto formativo è rivolto ad operatori dell’ambito socio – sanitario, artistico, educativo, pedagogico e della formazione psicosociale interassati all’apprendimento della metodologia psicodrammatica di J.L. Moreno e del ruolo di regista di teatro della sppontaneità.
Il percorso è suddiviso in due bienni:
Nel corso del primo biennio l’allievo acquisirà le competenze necessarie, sia teoriche che tecniche, per la conduzione di gruppo secondo la metodologia moreniana, sia in ambito psicodrammatico che in ambito di teatro della spontaneità.
Nel corso del I° anno l’allievo parteciperà agli incontri mensili della scuola, sperimentando i diversi ruoli all’interno del gruppo (uditore, io ausiliario, protagonista, attore di teatro della spontaneità). Nel corso del II° anno l’allievo si eserciterà nella presa in carico e nella conduzione di un gruppo secondo la modalità dello psicodramma classico e del teatro della spontaneità. Le esercitazioni si svolgeranno sotto la supervisione dei didatti della scuola. Al termine dei due anni l’allievo dimostrerà attraverso una tesina ed una videoregistrazione la propria capacità registica nella conduzione di uno spettacolo di teatro della spontaneità e di un gruppo di psicodramma, al fine di ottenere la qualifica di Conduttore di Psicodramma e Teatro della Spontaneità.
Chi vuole continuare la propria formazione per conseguire il titolo di Direttore di Psicodramma Classico parteciperà al secondo biennio così organizzato: Nel corso del III° anno l’allievo  si esercierà alla presa in carico e alla conduzione di un protagonista sia in psicodramma classico che nel teatro della spontaneità. Nel corso del IV° anno l’allievo unirà tutte le competenze acquisite esercitandosi sia alla conduzione di una sessione di Psicodramma Classico (conduzione del gruppo, presa in carico e conduzione del protagonista, condivisione del gruppo) sia di una sessione di Teatro della Spontaneità (conduzione di un gruppo di attori, presa in carico di un narratore, messa in scena delle storie raccontate).
Alla fine di questo percorso l’aspirante direttore produrrà una tesi e una videoregistrazione al fine di conseguire il titolo di Direttore di Psicodramma Classico e di Teatro della Spontaneità.

Aspetti organizzativi:

Gli incontri della scuola, condotti dai didatti Crisafulli e Distefano sono programmati in un fine settimana al mese così organizzato:
Sabato pomeriggio dalle ore 15 alle 20 Psicodramma
Domenica mattina dalle ore 9 alle 14 Teatro della Spontaneità
Totale di 10 ore mensili e circa 80 ore annue ( da ottobre a giugno).

Sono previsti inoltre, sempre all’interno dell’offerta formativa, due laboratori condotti dal Direttore della Scuola, Dr. Paolo Carrirolo, sempre in due fine settimana, di cui uno tra ottobre/novembre e l’altro tra maggio/giugno, in cui ci sarà anche la supervisione scientifica dei lavori svolti.
Come specificato sopra, la scuola è aperta alla partecipazione di operatori di ambiti diversi e, proprio per mantenere questa apertura, non è stata richiesta nessuna iscrizione all’albo delle Scuole di Specializzazione che limiterebbe la partecipazione ai solo laureati in medicina e psicologia.

Il costo della partecipazione alla scuola è fissato in Euro 1.000,00 per ogni anno.

Gli incontri si svolgono presso il teatro dello Psicodramma di Via Bufalo 11, Catania.

Docenti:

Paolo Carrirolo – Psicologo, psicoterapeuta psicoanalista. Direttore di psicodramma. Responsabile della Scuola di Psicodramma di Mantova e Catania. Regista della compagnia di teatro della spontaneità “acchiappastorie”.

Giuseppe Crisafulli - Psichiatra, analista transazionale. Direttore di psicodramma e teatro della spontaneità.

Dario Distefano - Direttore di psicodramma e teatro della spontaneità.

Segnala e Condividi:
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • Live
  • Technorati
  • TwitThis